X

Wedpreneur Academy

venerdì 11 giugno 2021

Come migliorare il proprio mindset - wedding planner edition

Questo è il post numero 100 del blog di Wedpreneur a Academy, devo ammettere che è un bel traguardo per me!

Lo festeggio parlandoti di una cosa che prometto potrai migliorare attraverso il percorso che affronterai con la Digital School: il mindset.

Il mindset non è altro che la mentalità con cui viviamo, attraverso la quale vediamo e interpretiamo il mondo e le cose che ci accadono.

Di tutti quelli che ho usato il termine interpretare è quello più adatto.

Ne avrai già sentito parlare: siamo il risultato dell’ambiente in cui siamo nati e cresciuti, che ci ha di fatto programmato i pensieri in un modo o nell’altro.

Si tratta di vere e proprie abitudini mentali, reagiamo alle cose in modo automatico, esprimiamo giudizi senza pensare. Nel bene e nel male!

Siccome tu leggi questo blog perché sei oppure vuoi diventare wedding planner&imprenditrice ti parlo di mindset in modo che tu capisca che un mindset orientato alla crescita è fondamentale.

Può essere che tu negli anni abbia sviluppato un mindest che non ti sproni ad uscire dalla tua zona di comfort o a reagire prontamente alle delusioni (che non significa non starci male, significa semplicemente continuare ad andare avanti), ma per fortuna questa non è una condizione che deve rimanere invariata in eterno! Le abitudini si possono perdere e acquisire e questo è quello che devi fare per sviluppare un mindset vincente.

E’ questione di allenamento, proprio come ti alleni per imparare a fare un esercizio di yoga o a giocare a tennis. Come fai? Ci provi, fai fatica, ci riprovi, sbagli, ci riprovi, migliori, ci riprovi finchè non padroneggi la situazione. Con i pensieri è la stessa cosa.

La prima cosa da fare è imparare a riconoscerli. Inizia a captare un pensiero limitante quando arriva e limitati a prenderne atto. Sai quella vocina che ti arriva all'orecchio e ti dice cose come “ma figurati se esiste un lavoro divertente”, “è da pazzi pagare le tasse”, “è più sicuro continuare così”, “lascia perdere non fa per te”.

Quella vocina arriva dalla tua mente e arriva in buona fede, lei è davvero convinta di bloccarti per il tuo bene, lo fa convinta di proteggerti.

Vedila come un angioletto birichino che ti si mette sulla spalla, un po’ come quei personaggi dei cartoni di quando eravamo piccoli. Non giudicarla ma piano piano inizia a sorridere quando arriva e tranquillizzala “Grazie per avermi avvertita, ma non c’è motivo di preoccuparsi”.

La sentirai tornare “Eccola che arriva...ciao vocina, mi mancavi!”. Allenati ad entrare in contatto con lei - io la chiamo vocina ma tu puoi attribuirle i nomi e le forme che preferisci - e smorzare la sua forza distruttiva.

Con ironia se serve, certamente con tranquillità. La rabbia in questo contesto è comprensibile ma non aiuta.

Questo è il primo semplice passo per andare verso l'acquisizione di un mindset vincente. Se vuoi approfondire il tuo rapporto con la tua personale vocina ti consiglio il libro “Il critico interiore. Mai più contro noi stessi!” di Hal Stone.

Sul mio canale You Tube , in questo video, ti racconto come la paura del cambiamento possa essere paralizzante e cosa possiamo fare per andare oltre.

Ti aspetto sempre nel nostro spazio riservato del venerdì, iscriviti alla newsletter e riceverai anche l’audio coaching in regalo!

arrow

Per rimanere sempre motivata, aggiornata e concentrata sui tuoi obiettivi, non perderti la newsletter che invio ogni venerdì mattina: potrai scoprire nuove risorse e avere accesso in anteprima ai tanti strumenti che ti permetteranno di essere una wedding planner ogni giorno migliore.

Clicca qui per iscriverti, riceverai in regalo l'audiocoaching dell'Academy e scoprirai tre azioni da mettere subito in pratica per partire con il piede giusto e diventare una vera Wedpreneur!

accetto le condizioni di utilizzo e presto il consenso al trattamento dei miei dati (clicca qui per leggere l'informativa)

Aspetta! C'è dell'altro!
Hai trovato interessante questo articolo? Lasciami un commento!