Logo Wed Preneur Academy
Logo Wed Preneur Academy Mobile

Diventare wedding planner: 10 cose che devi sapere

E così, vuoi fare la wedding planner...buon per te! E’ una professione ricca di stimoli e opportunità e spero che tu possa coglierne il meglio. Ci sono delle cose che però devi sapere, ed è meglio che tu sappia la verità fin dall’inizio.

1 - Le persone più vicine a te non capiranno del tutto quello che fai. Un giorno dirai ad alta voce che vuoi diventare una wedding planner e sentirai un pesante silenzio come risposta. Non importa, non sono i tuoi parenti che devi convincere, non sono loro che acquisteranno i tuoi servizi. Datti tempo, loro continueranno a non capire del tutto, ma non è necessario che lo facciano.

2 - La prima collaborazione di cui ti dovrai occupare è quella con il tuo commercialista. Non è concepibile pensare ad un’attività in proprio senza la consulenza di un commercialista che ti spieghi a quali obblighi fiscali andrai incontro e quale sarà l’inquadramento migliore per le tue esigenze.

3 - Non tutti i tuoi compensi saranno tuoi. Se arrivi da un lavoro dipendente, forse ti sarai lamentata qualche volta delle ritenute in busta paga, ma nonostante questo avrai visto ogni mese il tuo conto in banca crescere in modo costante. Non succederà più! Da ogni tuo introito, dovrai presto imparare a scorporare una parte che ti servirà per pagare le tasse. Arrivano sai? Arrivano sempre.

Per questo, dovrai abituarti a pensare al tuo reddito su base annuale e non mensile.

4 - Lavorerai ad orari assurdi. Uno dei motivi per cui si è attratti da un’attività indipendente è la possibilità di gestire i propri orari, i propri impegni, le proprie esigenze. Per certi versi è così, ma ogni ora dedicata ad un proprio hobby è un’ora che dovrai recuperare in un altro momento! Sei tu la responsabile di quello che fai e degli impegni che prendi, puoi gestire il tuo tempo come meglio credi ma nessuno ti salverà dalle dead line che tu stessa hai stabilito.

5 - Lavorerai ad orari assurdi Pt.2. Chiunque, per un appuntamento con un commercialista, un medico, un fiorista o un catering, è disposto a prendersi un paio di ore di permesso dal lavoro. Per un appuntamento con una wedding planner, specialmente il primo, no. Per una wedding planner sono disponibili solo il lunedì sera alle 20.00. Che ci vuoi fare?

6 - Vacanze? Quella cosa che fai con fidanzato/amici/marito/figli e...i tuoi sposi! Puoi scriverlo nel contratto, puoi programmare tutti gli out of office che vuoi, ma non succederà mai che non ci sia almeno un cliente che non abbia l’impellente necessità di sentirti proprio nel momento in cui tu hai appena avvistato la spiaggia. Una mail, un messaggio su Whattsapp, un’altra mail, un’altra ancora...è la vita dell’imprenditore bellezza!

7 - I tuoi sposi ti faranno arrabbiare (e non per le mail mentre sei in vacanza). Per quanto tu ti affezionerai a loro, per quanto loro si fidino di te, ci saranno momenti in cui gli augurerai un piano B d’emergenza. Il matrimonio è il loro, vogliono le cose a modo loro, non capiranno cosa c’è veramente dietro al tuo lavoro finché non vedranno tutte quelle persone darsi tanti da fare per le loro nozze.

8 - Devi scrivere il motivo per cui fai questo lavoro. Scrivilo e tienilo in un posto sicuro. Ti servirà andare a rileggerlo quando le cose si faranno difficili. Non ti sto dicendo SE le cose si faranno difficili, ti sto dicendo QUANDO. Succederà. Avrai voglia di mollare tutto, ti chiederai chi te l’ha fatto fare. In quel momento spero che la tua motivazione sarà abbastanza forte da darti la spinta per guardare avanti.

9 - Ti sentirai sola. Non è facile lavorare da soli, magari da casa. Ti mancherà il tuo vicino di scrivania, farai fatica a mantenere la concentrazione, all’inizio. Non aver paura di cercare conforto nelle tue colleghe (lo sai di avere delle colleghe là fuori, vero?), è una sensazione che tutte attraversiamo.

10 - Costanza deve diventare la tua nuova migliore amica. Ti devi dare tempo, ti devi temprare, non devi mollare. In questi ultimi giorni ci è capitato di vedere centinaia di volte l’estratto del discorso di Lady Gaga agli Oscar.

In quel discorso, uno dei più motivazionali di sempre, c’è un passaggio fondamentale, quello in cui Lady Gaga dice “Date una disciplina alla vostra passione”. Disciplina, costanza, lavoro. Il talento non basta, la fortuna non arriva per caso.

Ti sembrerà che i risultati tardino ad arrivare forse, ma è lì che capirai di che pasta sei fatta. Ci vuole tempo, ci vuole costanza.

Per partire con il piede giusto ho creato per te un audio-coaching, in cui condivido con te tre azioni da mettere subito in pratica per diventare una Wedpreneur. E’ gratuito, funziona davvero, per averlo è sufficiente iscriversi alla newsletter, clicca qui!

Hai trovato interessante questo articolo? Lasciami un commento!