Logo Wed Preneur Academy
Logo Wed Preneur Academy Mobile

I quattro comandamenti della Seo (+ 1)

Il post di oggi riguarda la tua comunicazione e ti porterà un po’ sul tecnico, ma è importante esplorare anche mondi che non ci sono del tutto congeniali.

Premetto che per questo post ho chiesto la consulenza del Seo Specialist Marco Zilotti, non avrei potuto ovviamente fare tutto da sola.

La sigla Seo è l’acronimo che sta per Ottimizzazione per i Motori di Ricerca. Abbiamo già visto in questo post come entrare nelle grazie di Google sia più che fondamentale per il tuo sito e il tuo business.

Perché un sito sia ottimizzato e performante, è bene rivolgersi ad un professionista che se ne occupi in fase di costruzione del sito ma anche sul lungo periodo, perché una Seo ben fatta continua ed è monitorata nel tempo.

In questo post cercherò di darti alcuni consigli per iniziare a mettere il tuo sito sui binari giusti. Seguire queste regole non porterà automaticamente il tuo sito al primo posto del motore, perché Google è un servizio complesso e spesso ci dimentichiamo che in realtà è un’azienda (e come tale persegue utili e non i nostri interessi).

Molti sono i fattori che influiscono sul posizionamento. Tra gli altri il server, i fattori social, la storia del sito. Però, prima di lasciarsi distrarre, ricordiamoci che Google, alla fine, è solo un algoritmo, per quanto complesso, che analizza un testo e decide dove piazzarlo.

Come abbiamo già avuto modo di dire, ricordati che per posizionarti e rimanere posizionata a lungo (sono due cose diverse) non puoi prescindere dalla qualità dei contenuti.

Gli algoritmi potranno anche cambiare, ma la qualità e il valore che porterai al lettore resteranno (se per qualche motivo Google dovesse penalizzare le tue pagine, i visitatori le condivideranno in modo spontaneo).

Usa una parola chiave per ogni pagina

Ogni pagina, o articolo, deve avere la sua parola chiave principale. Non due, una! Questo è un concetto fondamentale: non provare mai a scrivere un testo per posizionarti con più parole chiave.

Titolo della pagina e mega tag title

Fai attenzione: Il meta tag title è inserito nel codice della pagina ed è quello che vedi nel bordo superiore del browser quando navighi nel web; il titolo invece è il titolo principale del testo che leggi nella pagina.

Per esempio:

Title: Corsi di cucina a Roma

Titolo: Il miglior corso di cucina di Roma e provincia

Entrambi devono essere coerenti con il contenuto della pagina ma non devono essere uguali!

Link in entrata

Ne abbiamo già parlato: soprattutto nei settori in cui c’è grande competizione sul web, questo è il fattore che fa la differenza tra chi si posiziona in prima pagina su Google e chi no. In pratica quanti più siti linkeranno il tuo, più in alto sarai posizionata. In particolare, aiuta tantissimo se il sito che ti linka è considerato autorevole (ossia è conosciuto e molto visitato). Se poi il link indirizza ad una pagina specifica, con la parola chiave (o una sua variante) allora hai fatto bingo!

Url Seo friendly

Assicurati che la tua parola chiave (o una sua variante) compaia nell’url della pagina (l’url è l’indirizzo della pagina, quel link che condividiamo per segnalare la pagina a qualcuno).

Un esempio corretto può essere:

valeriaferrari.it/corso-wedding-planner

Esempio non corretto:

valeriaferrari.it/?p=123

Un ultimo consiglio per ottimizzare il tuo sito è questo: non copiare!

Devi usare contenuti originali e non copiati da altri siti. Qualsiasi sia l’argomento che vuoi trattare, affrontalo con nuove parole e crea un testo del tutto nuovo. Puoi verificare l’originalità dei testi utilizzando il sito copyescape.com.

Un focus più approfondito sul tema della Seo è previsto il 27 e 28 aprile, durante la Live Class di Wedpreneur Academy. Le iscrizioni sono aperte, leggi il programma!

Ti lascio con un bel regalo, l’audio coaching dell’Academy! Tre azioni da mettere subito in pratica per partire con il piede giusto e diventare una vera Wedpreneur!

 
Hai trovato interessante questo articolo? Lasciami un commento!