Logo Wed Preneur Academy
Logo Wed Preneur Academy Mobile

Come stabilire i prezzi

Una delle domande che mi viene rivolta più spesso è “Come stabilisco i miei prezzi?” (se anche tu hai domande da farmi, il modo migliore per raggiungermi è iscriverti alla newsletter di Wedpreneur Academy, riceverai anche un bel regalo: l’audio coaching dell’Academy, il modo più veloce per iniziare a calibrare il tuo mindset nel modo più efficace!). 

Per rispondere a questa domande bisogna prendere in esame una varietà di elementi, per questa ragione condivido con te un estratto dal manuale che ho scritto per la mia Live Class.

Per stabilire i tuoi prezzi devi prima fare una cosa: devi capire quali e quante spese devi affrontare e quanto devi guadagnare.

Possiamo dire che ci sono sono tre grandi modelli di business da considerare:

Big business: sono le grandi aziende, possono avere più sedi, centinaia di dipendenti e fatturati molto alti (come Apple, Amazon ecc.)

Small business: sono le imprese e le attività che di solito hanno un numero più ridotto di dipendenti e un fatturato di fascia media o bassa.

Micro business: sono le attività con meno di cinque dipendenti, oppure i freelance che lavorano da soli, oppure in collaborazione con un altro libero professionista, oppure con un assistente.

Ma soprattutto, nel mondo del wedding, ci sono tre grandi distinzioni di mercato da fare, e tu dovresti chiederti con quale vorresti lavorare:

Standard - clienti che spendono dagli 11.000 ai 30.000 euro per il loro evento

Premium - clienti che spendono dai 30.000 ai 90.000 euro per il loro evento

Luxury - clienti che spendono ben oltre i 90.000 euro per il loro evento

Decidere la fascia di clientela con cui vuoi lavorare, ti aiuta a capire anche quanto dovrai farti pagare per i tuoi servizi.

E’ probabile che un cliente di fascia standard sia disposto a pagare un wedding planner fino ad una certa cifra, mentre un cliente di fascia premium sia disposto a riconoscere un wedding planner un compenso più alto, considerato che può contare su un budget residuo più alto per assumere gli altri fornitori.

Forse all’inizio preferirai lavorare con coppie della fascia standard, ma se pensi di volerti rivolgere in futuro ad un pubblico premium o luxury, allora inizierai fin da subito a farti una cultura per quanto riguarda quel tipo di clientela.

Altro esempio: all’interno di una fascia standard, sarà utile proporre servizi parziali come la coordinazione o la sola ricerca location, servizi che tendenzialmente non sono richiesti dalla clientela di fascia premium e luxury.

In fase di elaborazione di un listino prezzi, è più che mai utile la collaborazione di un commercialista, che saprà metterti di fronte alle complessità fiscali ed economiche e potrà quindi aiutarti a comprendere quante entrate saranno necessarie per rendere sostenibile la tua attività. 

Da un sondaggio che ho scientificamente svolto attraverso Instagram (è una battuta, n.d.r), è emerso che il prezzo mediamente considerato corretto per un full service va dai 3.000 ai 4.000 euro. Credo sia una cifra che per un settore luxury, ad esempio, sia troppo bassa, da qui fai le tue valutazioni.

Devi capire la cifra che vuoi guadagnare e quella che invece devi incassare per coprire le spese (benzina, telefono, affitto, assicurazioni ecc.), dopo di che stabilisci quali servizi vuoi vendere e quanti ne dovrai vendere in un anno per rispettare il tuo planning finanziario. 

Semplice no? Di certo non facile, ma si può fare. 

Al momento la regolamentazione delle partite iva è in discussione quindi non mi sento di darti indicazioni di questo genere ora come ora, ti invito di nuovo a chiedere delucidazioni ad un professionista per fugare ogni dubbio.

Hai deciso verso che fascia orientarti? Hai un’idea più chiara in merito ai tuoi prezzi? Raccontamelo nei commenti sotto al post!

 

Pronta a diventare una Wedding Planner? In regalo l'audio coaching!


Tre azioni da mettere subito in pratica per partire con il piede giusto e diventare una vera Wedpreneur!



Iscriviti alla newsletter dell'Academy!

accetto le condizioni di utilizzo e presto il consenso al trattamento dei miei dati (clicca qui per leggere l'informativa)

Aspetta! C'è dell'altro!
-
Hai trovato interessante questo articolo? Lasciami un commento!