Logo Wed Preneur Academy
Logo Wed Preneur Academy Mobile

Sull’invidia e i suoi simili: cambia le regole del gioco

Prenderesti parte ad una sfida che sai già, senza ombra di dubbio, perderesti al 100%? Se hai risposto no, allora è arrivato il momento di cambiare una delle tue abitudini più dannose: la comparazione.

Dopo il primo anno di test con Wedpreneur Academy, posso dire di essere entrata in contatto con decine di colleghe e future wedding planner. Non ho potuto fare a meno di notare come sia comune, tra tutte loro, l’abitudine di trascorrere tanto del loro tempo osservando cosa fanno o non fanno altre colleghe.

Il risultato, per tutte, è solo di grande frustrazione.

Ci sono passata anche io quindi lo so bene! Fissarsi nel seguire i movimenti di un’altra wedding planner è un gioco a cui si perde sempre, ma proprio sempre.

Se anche tu fai parte del team “guarda cosa ha fatto quella”, sappi che sei in ottima compagnia e che puoi uscire dal tunnel della comparazione. Di più, puoi trasformarla in una benzina sana e positiva.

Inizio col dirti una cosa che sai già, ma che forse hai bisogno di sentirti ripetere: tutti, nessuno escluso, mostrano sui social solo il meglio di sé e della propria quotidianità. Non puoi quindi pretendere di farti un quadro chiaro del business e della vita di qualcuno basandoti solo su quello che questa persona mostra su certi canali. Quindi non puoi avvilirti per un racconto parziale e selezionato alla fonte. Non dico che sia un racconto finto, ma non è sicuramente del tutto attendibile.

Quindi quando passi l’ennesima ora a roderti il fegato guardando le stories scintillanti di una collega, cerca di ricordarti che, anche se posta foto da un resort alle Maldive, sta lavorando. Non perché stia organizzando un evento alle Maldive, ma perché mostrare il suo lifestyle fa parte della sua brand identity (ad esempio nel settore Luxury questo tipo di argomento va sicuramente inserito nella propria comunicazione).

L’invidia è una delle energie più auto-sabotanti tra tutte. Ci stressa, ci limita, ci fa entrare in un circolo vizioso di risentimento perché non fa altro che mettere tutto quello che di bello c’è nella nostra vita sotto ad una cattiva luce.

E il primo passo per uscire da questa spirale pericolosa è proprio questo: ricomincia ad apprezzare le cose che hai.

Continuando ad ammirare la vita patinata di qualcun altro, hai iniziato a dare per scontato il tuo lavoro, a non apprezzare più la macchina che guidi, a trovare difetti ad ogni abito del tuo armadio, a ritenere i tuoi clienti di un livello non sufficientemente alto. Se ti riconosci in almeno una di queste affermazioni, fermati un attimo e prova a sentire gratitudine per tutte le cose di cui ti lamenti.

Il lavoro potrebbe essere in una fase in cui si accavallano tante cose e puoi sentirti sopraffatta, ma pensa che stai facendo il lavoro che sognavi e che ci sono persone che ti hanno scelta come loro wedding planner. Non tutti i tuoi clienti sono i tuoi clienti ideali? Pensa che comunque ti hanno pagata e che stai aggiungendo esperienza al tuo bagaglio e immagini al tuo portfolio. Non darli per scontati, non dare per scontato proprio nulla.

Essere invidiosi di qualcuno è dannoso, ma se riusciamo a guardare le cose con più distacco, potremmo scoprire in quel sentimento un molla per un cambiamento che vorremmo fare.

Spesso si è invidiosi di qualcuno perchè quel qualcuno, secondo noi, ha delle cose oppure possiede delle qualità che noi vorremmo per noi stesse. Osserva bene e senza giudicarti: cosa c’è che ti attrae in questa persona che continui ad osservare e che allo stesso tempo critichi tanto? Quando lo avrai capito sappi che non c’è nulla che ti impedisca di ottenere lo stesso risultato, devi solo farlo con i tuoi modi, portare tutto dentro il tuo mondo (copiare no, ne avevamo già parlato qui).

Quindi se senti scatenarsi dentro di te un po’ di invidia accettala, prendila come un campanello che ti segnala che lì c’è qualcosa che vorresti, cerca solo di capire di cosa si tratta esattamente.

Un altro passo che puoi fare per smettere di giocare al gioco della comparazione è smettere di entrare in contatto con persone tossiche.

Magari tu te ne staresti tranquilla ma c’è qualcuno che ti fa notare certe cose, persone e situazioni e che lo fa in modo negativo. Le persone invidiose provano astio per le qualità, il successo e le situazioni positive che capitano agli altri, non sopportano la felicità altrui.

Se rivedi te stessa in questa descrizione capirai che è già da sola un buon motivo per evolversi, se invece ci rivedi qualcuno che conosci forse è il caso di fare una riflessione sulla qualità delle tue frequentazioni (spoiler, l’amico invidioso invidierà anche te, un domani).

Trascorri il tuo tempo, reale o digitale, con chi sa trasmetterti energie positive e non investe il suo tempo smontando la vita degli altri.

Tutta la pubblicità che vediamo, tutte le immagini che ci bombordano sono prodotte per generare in noi il desiderio di qualcosa che non abbiamo. Vedi sempre lo schema che si cela dietro ad un’offerta o un claim accattivante, ti aiuterà a mantenere alta la tua autostima (che è esattamente il contrario di quello che vorrebbero fare certi marketers per spingerti all’acquisto).

Cerca di essere sempre felice per gli altri. Se non sei abituata perché fino ad ora le cose sono andate diversamente no problem, inizia con un complimento a qualcuno, ad una collega, poi ne farai un altro a qualcun altro. Un po’ alla volta potrai sentire nascere dentro di te un sentimento sincero e genuino, che non potrà farti che bene.

Chiudo questa lista di tattiche anti-invidia prendendo in prestito un insegnamento dal Buddhismo. In breve: pare che nella lamentela si celi una sicura causa di sfortuna e, al contrario, nel cuore sincero ci sia lo spazio per accogliere la fortuna. Lamentele e critiche distruttive portano solo pesantezza che si accumula nella vita e si diffonde nell'ambiente, impedendo la realizzazione di qualunque nostro scopo.

L’invidia è una delle energie più negative che possiamo sprigionare, quindi se la senti arrivare cerca di riconoscerla e di domarla. Puoi trasformarla in qualcosa di buono, basta volerlo.

Per iniziare ti faccio un regalo: con l’audio coaching dell’Academy potrai, tra le altre cose, iniziare a concentrarti sui tuoi talenti e sulle tue qualità, il primo passo per risplendere di una luce tutta tua.

Pronta a diventare una Wedding Planner? In regalo l'audio coaching!


Tre azioni da mettere subito in pratica per partire con il piede giusto e diventare una vera Wedpreneur!



Iscriviti alla newsletter dell'Academy!

accetto le condizioni di utilizzo e presto il consenso al trattamento dei miei dati (clicca qui per leggere l'informativa)

Aspetta! C'è dell'altro!
-
Hai trovato interessante questo articolo? Lasciami un commento!